cornice
precedente Novembre 2019 successivo
lun mar mer gio ven sab dom
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930

Garden Club "Caserta"

Via De Gasperi, 107 - 81055 Santa Maria Capua Vetere

Telefono: 0823.84.40.43

E-mail: gardenclubcaserta@gmail.com

Presidente: Rosa Valentino Salemme (Tel: 339.117.16.91)

Vicepresidente: AnnaMaria Tramontano Adinolfi 

Segretario/a: Mariella Pagliuca Tartaglione 

Soci: 78

Vita di Club


"La Pernesta degli Acquaviva"

Conferenza della prof.ssa Alba Cetara Muto

23 ottobre 2019

 

La Grande Bellezza che vince pur in tempi problematici qual é quello attuale, nel quale perfino l'associazionismo è in crisi. Ma non per il Garden Club di Caserta. Questa é stata la lezione del Garden o, meglio, la sua testimonianza, all'insegna della mitica Pernesta della Reggia vanvitelliana, comunemente chiamata La Castelluccia, gioiello architettonico unico al mondo nel suo genere, oggi perfettamente restaurata. Per il fossato che la cinge  é una delle vie d'acqua del Parco della Reggia, splendido esempio del gusto del pittoresco in voga all'epoca: un canale suggestivo per i suoi ponti, gli isolotti artificiali e le finte rovine. Un piccolo gioiello che, dopo il restyling, é tornato ad essere uno dei punti di maggiore attrazione dell'intero complesso vanvitelliano.     

Nella sala Vanvitelli dell'Hotel Royal ne ha parlato Alba Cetara, scrittrice e giornalista, raccontando con un interessante sussidio audiovisivo alle numerose socie del sodalizio ed alle amiche intervenute la Caserta di ieri e di oggi tra Umanesimo, Rinascimento, Barocco, Illuminismo, Romanticismo e Neoclassicismo e restituendo ai casertani l'orgoglio della loro storia che vanta radici profonde e personaggi illustri. Quando Caserta con le sue reali delizie - e non Napoli - era la vera capitale del Regno delle Due Sicilie.

Ad aprire l'incontro la presidente Rosa Salemme, reduce dall'Assemblea Nazionale tenutasi a Pesaro, la quale ha aggiornato le socie sulle prossime attività del club a partire dall'Assemblea, che si terrà ad Ischia, e dalle Giornate del Giardino, che si terranno il 18 e 19 aprile 2020, ed ha fatto omaggio a tutti gli intervenuti della rivista n. 50 del giugno 2019 edita dal Garden, organo ufficiale U.G.A.I. - Storia Scienza Arte e Mito delle piante e dei fiori.   

Il Garden, un sodalizio sempre in progress. Nato a Caserta il 3 marzo 1978 per volontà di Luigi e Delfina Iodice e sette amici, oggi diventato uno dei club più attivi e presenti sul territorio, sempre attento ed in sintonia con i tempi, a partire dalla difesa dell'ambiente sull'onda della piccola Greta.

Il suo fiore all’occhiello fu l’istituzione nel 1988 della Scuola di Composizione Floreale che ha formato Maestre di primo grado, con la partecipazione a concorsi nazionali e internazionali e con ambiti riconoscimenti, fino alle trasmissioni Rai “Uno Mattina” e “Linea Verde” ed alla realizzazione degli Stemmi di Caserta e dei Borbone soltanto con i fiori. Con uno sguardo particolare ai giardini delle dimore nobiliari, ma anche dei fabbricati di gente modesta con i caratteristici orti urbani delle più antiche strade cittadine, da via San Carlo e dintorni, oggi ahimè scomparsi sotto il cemento dei palazzinari. Ce lo ricorda il Garden,  sempre presente e qualificato nel dibattito sociale e culturale sia a livello nazionale che locale, ponendosi come vivaio di iniziative per onorare ed alimentare l’amore ed il rispetto per la natura e per l’ambiente attraverso manifestazioni promosse fin dalla sua costituzione: dalla tradizionale Mostra della Camelia in Campania presso il Palazzo Paternò in via San Carlo ai convegni culturali su tutto il territorio, alle escursioni botaniche, alle collaborazioni con le principali istituzioni, con le scuole di ogni ordine e grado e con Università, docenti e studiosi di fama internazionale. Il suo fiore all'occhiello é la Camelia Carolina, regina del Giardino Inglese della Reggia. Il suo logo è la splendida Camelia yaponica, peraltro presente in alcuni giardini casertani e nello stesso parco vanvitelliano, in particolare tra il verde che incorona il celebre castello in miniatura, La Castelluccia.

Realizzata per lo svago del piccolo Ferdinando IV da Francesco Collecini sui resti a pianta ottagonale di quella che era già nota come "Torre della Pernesta" La Castelluccia fu eretta nel '500 da Andrea Matteo Acquaviva, secondo principe di Caserta, marchese di Bellante e signore di svariate terre del Regno, il quale aveva avuto un primo matrimonio con Isabella Caracciolo, la cui dote lo rendeva uno dei Signori più ricchi del Regno, ed un secondo matrimonio con Francesca Pernestain di antica e ricca famiglia boema, che lo aveva introdotto agli scenari internazionali.      

 Ma Francesca non riusciva a dargli prole e forse per questo Andrea Matteo era solito ricorrere a scappatelle, soprattutto con una cognata... E, come si legge nelle cronache del tempo, proprio per alleggerirsi la coscienza fece realizzare la "Torre della Pernesta" per lo svago e le passeggiate della moglie, alla quale rimase comunque sempre profondamente legato. E non basta. Forse quella ricca dote di Francesca consentì al Principe anche la realizzazione del Belvedere di San Leucio, del Palazzo Acquaviva (attuale Palazzo del Governo) e del magnifico Palazzo al Boschetto. Tre autentiche perle della Caserta non solo reggia.

Un plauso al Garden Club di Caserta per la bella iniziativa tenutasi mercoledì 23 ottobre c.a., insieme ad un caldo invito a curarne la prosecuzione per la riscoperta della Caserta oltre la Reggia, religiosa e laica.

 

Anna Giordano

 


Visita a Palazzo Cocozza di Montanara

  2 Ottobre 2019

Piacevolissimo pomeriggio in Piedimonte di Casolla a "Palazzo Cocozza" dove ci accolgono gli squisiti padroni di casa.
Superato il maestoso portale di ingresso - sul quale spicca lo stemma di famiglia in piperno,tipica pietra locale - si accede ad un cortile, dove un altro scenografico portale lascia intravedere il giardino. I vialetti che si trovano su tre livelli tra esemplari plurisecolari di pini,magnolie, canfore ed eritrina-crista galli, sono arricchiti da lavande, rose,amaryllis e anemoni  di vari colori ancora in fiore, e che la pioggia aveva fatto" inchinare" al passaggio di noi visitatori folgorati da tanta bellezza . Lungo il percorso incontriamo nove fontane (un tempo alimentate dall'Acquedotto Carolino ed oggi, naturalmente, a circuito chiuso),il tempietto,dove Pier Paolo Pasolini girò la novella"Riccardo e Caterina" del Decamerone, e un laghetto con una collezione di ninfee.
Nella parte più alta del giardino, ci imbattiamo in una piscina ... perfettamente contestualizzata e quasi di fronte al suggestivo winter garden, dove la padrona di casa ha offerto, con la consueta eleganza e semplicità, un'ottima macedonia, con succo di melograno e noci fresche a "vero chilometro zero": tutto proveniente  dall'orto di casa, un'altra chicca di questa prestigiosa magione.

L'attuale sistemazione paesaggistica e' stata curata dall' architetto inglese Peter Curzon che, rispettando la volontà degli attuali proprietari, ha reinterpretato il sito miscelando motivi del giardino formale e di quello informale, senza alterare l'antico spirito del luogo, custode di tanti segreti .

Un pomeriggio che rimarrà impresso nella nostra memoria... un grazie di cuore ai proprietari per aver recuperato un luogo ricco di tanta bellezza, eppure rimasto per decenni abbandonato e non fruibile, ringraziamento che va esteso a Tutti gli aderenti all' 'APGI per la meritoria opera di recupero di tanti meravigliosi giardini. Alla prossima!

 


"Roma dall'Aventino: giardini, chiese, suggestione"

  17 Maggio 2019

Visita al Gran Priorato di Malta, con la magnifica Chiesa di S.Maria del Priorato, unica architettura realizzata da Piranesi, con lo splendido giardino e la celebre prospettiva sulla Cupola di San Pietro. Visita al Complesso dei S.S. Bonifacio e Alessio  dei Padri Somaschi. Visita alla Basilica paleocristiana di S.Sabina dei Padri Domenicani con gli scavi archeologici, sottostanti il chiostro e il Museo Storico Domenicano. Visita al Roseto comunale di Roma: Famosa collezione pubblica di rose, a maggio al suo massimo fulgore.

 


"Casertavecchia in Fiore"


"40 ma Mostra della Camelia in Campania"

Sabato 9 e Domenica 10 Marzo Caserta

 

La Camelia japonica cv. "Bellissima di Caserta" Palazzo Paternò di Montecupo sede della mostra La messa a dimora della "Bellissima di Caserta" nel Parco reale di Caserta Aldo Antonio Cobianchi, Rosa Salemme e Leonardo Ancona scoprono la targa commemorativa in ricordo del dono del Garden Club Caserta di un esemplare della "Bellissima di Caserta" alla Reggia di Caserta

"XVI Mostra della Camelia di Sorrento"

2-3 Marzo 2019

 

si è  svolta a Sorrento, a cura del Garden  Penisola  Sorrentina, la XVI Mostra della Camelia, nello splendido scenario di  Villa Fiorentino, nel cui giardino è  stata  messa  a dimora un esemplare  di camellia japonica cultivar  Antonella alla presenza della Presidente  Nazionale  UGAI è di Garden  campani.


" Fiori di .....vita  e poesia "

Presentazione  del libro "Fiori di .....vita  e poesia" della prof.ssa Clotilde Cioffi Baccari, presidente del Garden "Hortus Magnus "di Salerno, con la voce narrante della  prof.ssa Rosaria  de Iorio; un'interessante intervento della prof.ssa Rosa Castaldo, docente di botanica e  delle suggestive immagini  di fiori del dott 
.Aldo Antonio  Cobianchi.


"Presepiando 2018"

A casa di un'amica del Garden per ammirare il suo Presepe Napoletano.


“Antica Capua, luoghi e storia”

Interclub con "Garden Club Verde Irpinia"

   

Bellissima giornata quella di mercoledì 14 nov. 2018 trascorsa all'Anfiteatro Campano, al Mitreo e al Museo di S.M.C.V. (antica Capua) con la guida eccezionale della dott.ssa Ida Gennarelli, direttrice del Museo Archeologico "Antica Capua".
La visita ha avuto inizio all'Anfiteatro, secondo nell'Impero Romano per grandezza e importanza, risalente al I e inizi II secolo d. C. Fu costruito subito dopo il Colosseo, e per questo con soluzioni architettoniche più avanzate ,sui resti di un altro anfiteatro di età repubblicana, di cui si possono intravedere ancora dei massi, che era stato edificato in una zona sacra, cimiteriale, dove si tenevano ludi gladiatori ante litteram in onore dei defunti in epoca preromana..
Il complesso, anche se è stato una cava di pietra per anni e spogliato di tutti i suoi ornamenti, è ancora oggi maestoso con sotterranei visitabili, divisi in ambienti comunicanti tra di loro mediante corridoi, locali di servizio utilizzati per macchinari e apparati scenici e un sistema di scolo delle acque collegato ad una cisterna per una pulizia continua.
 All'annesso Museo dei Gladiatori sono esposti gli elementi superstiti dell'Anfiteatro e il plastico del suo grandioso aspetto originario.
 La seconda sosta è stata al Mitreo, uno dei più importanti del mondo, dedicato al culto del dio Mitra, risalente al II secolo d.C.
Questa religione aveva molta presa sui gladiatori e da loro fu portata a Roma e quindi anche a Capua, dove esisteva una importante scuola gladiatoria.
Si trova nel centro della città ed è una camera sotterranea rettangolare con sedili laterali per gli adepti che partecipavano ai riti e con pareti adornate con rappresentazioni legate al culto.
Dopo una visita veloce al Museo di S.M.C.V.,ricco di reperti e ospitante in quel momento una mostra dedicata ad Annibale e soprattutto alla sua sosta a Capua, la giornata si è conclusa con un pranzo al ristorante Amico Bio,con vista sulle rovine.        


“Le Storie dei fiori d'acciaio”

 

Serata dedicata alle donne e al loro coraggio

   

       


“S.I.A.F. Bologna”

 

Al Concorso internazionale di arte floreale “VIAGGIO IN ITALIA” che si è tenuto durante il

"S.I.A.F" di Bologna il 6 e 7 Ottobre 2018, eccezionale affermazione della nostro Vice Presidente: Joan Collander Cocchiglia che ha vinto il Primo Premio nella sezione - fiori imposti.

 

Congratulazioni vivissime.


“Visita a Villa Filangieri de Clario”

 

Il 3 ottobre 2018 é iniziata l'attività del nostro club.

Siamo stati ospiti (numerosi) a Villa Filangieri de Clario, una splendida dimora storica situata a S. Paolo Belsito (Napoli), ricevuti dalla Contessa Eleonora Filangieri di Candido Gonzaga e dalla mamma Fulvia.

Dopo la visita al giardino, ancora in fase di ristrutturazione con dei cipressi altissimi, un ippocastano centenario e vari alberi dai tronchi enormi, ci è stato offerto un aperitivo, nella sala del torchio, costituito da un tronco di quercia smisurato e dalla sua radice.

Pranzo squisito con prodotti provenienti dalla tenuta e caffè nel salotto dell'abitazione privata dei Filangieri, una grande famiglia dalla nobiltà italiana di origine normanna, radicatasi in buona parte del Mezzogiorno dopo la metà dell'11^ secolo, svolgendo un ruolo primario nella storia del Regno di Sicilia e del Regno di Napoli.


“Visita al GIARDINO SEGRETO”

Airola, (BN)

Alcuni momenti del magico "Giardino Segreto" di Airola dove si possono ammirare flora e fauna dei 5 Continenti, incredibile ed affascinante!!!! Accompagnati dal  proprietario, entusiasta autore di tanta meraviglia,  Giovanni Iannicelli scrittore e architetto paesaggista.


"XV GIORNATA DEL GIARDINO UGAI"

Royal Hotel Sala Vanvitelli, Caserta

" Alberi e arbusti  in città  : gli operatori  di bella salute "

 

Il tema nazionale  dell' UGAI  quest ' anno è  stato svolto  egregiamente  dal prof. Giovanni Aliotta , già  Ordinario di Botanica  presso  l'università  degli Studi  della Campania Luigi  Vanvitelli  e  socio onorario  del Garden  Club Caserta. È  un argomento  di interesse  sociale : abitare  in luoghi  alberati  e  fioriti , in un ambiente  che permetta il recupero di un benessere psicofisico, messo è dura prova dall'affollamento, dal traffico è dal rumore è di importanza fondamentale, sia per la salute fisica, sia per quella mentale. Una passeggiata in un parco pubblico riduce lo stress e ristabilisce le funzioni cognitive.

 

               

 

 


"Premio Volturno 2018"

Casa in campagna a San Bartolomeo

 

Il Premio Volturno 2018 riservato ai benemeriti dell'ambiente e del territorio è stato attribuito al noto Direttore d'orchestra e compositore Beppe Vessicchio, soprattutto, per aver realizzato, oltre al libro "La musica fa crescere i pomodori", una attività scientifica di supporto alle coltivazioni agricole, curate nei campi anche con la polifonia di Mozart. La cerimonia di consegna, organizzata dall'Assostampa, ha avuto luogo nella sala convegni dell'oasi San Bartolomeo a Caiazzo in occasione della nona edizione della Mostra Mercato di Giardinaggio, Artigianato ed Enogastronomia "Giardini del Volturno".
                                Il Premio, giunto alla quarta edizione, e intitolato al fiume più lungo del Sud, simbolo dell'intera provincia di Caserta, viene attribuito anche ai benemeriti del territorio, in particolare quello attraversato dal fiume Volturno. Le scelte sono state curate dall’'apposita commissione composta dal sindaco di Caiazzo Tommaso Sgueglia, dai giornalisti Michele De Simone e Franco Tontoli, dall'architetto Nicola Tartaglione dirigente Associazione Gia.Da, da Maria Rosaria Iacono dirigente dell'Associazione Giardino Semplice, dall'imprenditore Loreto Marziale dirigente della Associazione "Giardini del Volturno", dal designer e artista Alberto Grant.
                               Questi gli altri premiati: Chiara Di Malta, ricercatrice al Tigem di Napoli, rientrata da un lungo periodo in Usa nella natia Capua, nota per gli studi e le scoperte scientifiche in oncologia; Giusy Ponticorvo di Alvignano, responsabile marketing dell'omonimo caseificio di famiglia che festeggia quest'anno il mezzo secolo di attività; Rosa Salemme Valentino, presidente del Garden Club Caserta, che celebra il quarantennale dalla fondazione; Francesco Mugione tra i fondatori della Cooperativa Canapa Campana per il rilancio della storica produzione; mentre uno speciale riconoscimento è andato a Lutz Klinkhammer, vicedirettore dell'Istituto Storico Germanico di Roma, giunto appositamente da Berlino, studioso degli eventi bellici svoltisi nel territorio di Caiazzo, a conferma della conclamata e rinsaldata amicizia tra i popoli, al di là dei sanguinosi confronti in tempo di guerra.
                   Significativi gli interventi del Presidente dell'Assostampa Michele De Simone, che ha illustrato le caratteristiche del Premio ed ha animato insieme al giornalista Franco Tontoli una vivace e partecipata cerimonia di premiazione, in cui tutti gli insigniti hanno svelato, dinanzi ad un folto pubblico, progetti, iniziative, aneddoti relativi alla loro attività. In particolare il maestro Peppe Vessicchio ha catturato l'attenzione dei presenti ricordando non solo le sue esperienze a San Remo, ma anche l'amicizia con il musicista casertano Fausto Mesolella, di recente scomparso, e il gruppo degli Avion Travel con cui aveva collaborato per l'arrangiamento di "Sentimento", la canzone con cui il gruppo casertano vinse nel 2000 il Festival della Canzone Italiana. Consensi anche per la giovanissima ricercatrice Chiara Di Malta, originaria di Capua, componente del team cui si deve una importante scoperta scientifica in campo oncologico finalizzata a vincere la battaglia contro le cellule tumorali, molto applaudita per aver scelto dopo anni nel centro di ricerca di Houston negli Usa il ritorno in Italia.
                   Ha concluso il Sindaco di Caiazzo Tommaso Sgueglia che si è detto convinto che iniziative come il Premio Volturno, la stessa Mostra Mercato Florovivaistica e di Artigianato e il Parco San Bartolomeo suo ideale contenitore, rappresentino significative eccellenze del territorio da potenziare e ulteriormente valorizzare.


"Quarantennale Garden Club Caserta"

1978-2018

Venerdì 16 marzo Palazzo Reale di Caserta - Sala Romanelli


" Visita al Museo e ai set cinematografici di Cinecittà "

Mercoledì 7 febbraio 2018    ROMA


" ASSEMBLEA NAZIONALE UGAI "

Venerdì 13, Sabato 14, e Domenica 15 ottobre    A Castellamare di Stabia


"Gita a San Martino Valle Gaudina"

Visita al Castello Pignatelli della Leonessa

 

 

Non poteva iniziare meglio l'anno sociale 2017/2018.

Una gita bellissima al Castello Medioevale di San Martino Valle Caudina, accompagnati egregiamente dall'arch. Nicola Tartaglione, accolti splendidamente dal Duca Gianni Pignatelli della Leonessa, con caffè e cornetti caldi, nel Palazzo Ducale sito a valle del borgo medioevale. 

Con il Duca abbiamo visitato il Castello e gli appartamenti privati, nonchè il giardino pensile di grandi dimensioni, una rarità per un Castello dell'Alto Medioevo, da cui si domina tutta la vallata. 

Infine pranzo raffinatissimo al Palazzo Ducale. 

Giornata davvero speciale sia per la bellezza del luogo ma anche per la abnegazione e la passione che traspare nella conduzione del Castello. 

Passione e abnegazione che il Duca ha trasmesso ai suoi collaboratori e direi quasi a tutto il borgo. 

Si avverte infatti l'orgoglio e la fierezza di chi si sente parte attiva nelle valorizzazione della propria terra.

 


"Corpus Domini"

 

 

 

 

Ostensorio della Chiesa di S. Bartolomeo Apostolo al Parco Cerasole di Caserta, arricchito con "Dendrobium", realizzato da Titti Troianiello in occasione della festa del Corpus Domini.

 


"Casertavecchia in Fiore"

Casertavecchia Giugno 11 2017

 

 

 

L'11 giugno 2017 a Caserta vecchia si è svolta una bellissima manifestazione organizzata dal Soroptimist International d'Italia, Club di Caserta, della cui giuria ha avuto l'onore di far parte la vice presidente del Garden Club Caserta, Anna Maria Tramontano Adinolfi.

 


"Assemblea Ordinaria dei Soci"

Vitulazio Maggio 31 2017

 

Vuoi un posto dove andare a sognare? Dove ritrovare i ricordi della tua infanzia trascorsa dai nonni a cercare cicale o a rincorrere farfalle coi retini nei prati ?
Cerchi una pietra su cui sederti all'ombra di una quercia con dentro il naso il profumo delle ginestre? C'è.
Ci siamo stati noi del Garden Club di Caserta, il 31 maggio, per chiudere l'anno sociale, coccolati dai "guardiani" del boschetto della Tenuta "Tutuni al monticello", a Vitulazio, Gaetano Cenname con l'inseparabile compagna di vita, nostra socia, Angela Migliozzi. Ci hanno accolti nel cuore della loro tenuta.
Un pomeriggio lungo che si è protratto fino a sera tra bocconi succulenti, oliuccio e liquorino di mirto ( prodotti dell' azienda stessa) e musica dal vivo, in un'atmosfera da "fata nei boschi".
Di malavoglia ce ne siamo andati, ma non senza un ricordo da sentire nel naso e nella gola: una malvarosa ( nata lì e piantata nei vasetti dalla stessa amica Angela) con la ricetta dell'elisir fatto con le foglie di questa piantina.
Lo faremo? Sicuro! Per ritrovare il ricordo di questa splendida giornata all'insegna dei valori  del nostro Club.
 
cordiali saluti
Angela Migliozzi

 

 


"Nel Giardino delle Gemme Preziose"

“Storia, arte e gioielli da Re”

Marcianise Maggio 10 2017

 

 

Visita all’azienda orafa “GENEROSO gioielli 1970”, fornitore ufficiale della Real Casa di Borbone delle Due Sicilie, ospiti del titolare M.o Generoso De Sieno.

 

 


VIIIa Edizione dei "Giardini del Volturno"

Caiazzo Aprile 1 e 2 2017

 

 


Visita Giardino dei duchi di Bovino

Recale  Marzo 25 2017

 

 

 

 


“Mostra della CAMELIA”

Salerno  Marzo 11 e 12 2017


“Sua Maestà la CAMELIA”

Caserta LUNEDI’ 10 aprile 2017   Liceo “A. Manzoni” via De Gasperi

 

In occasione della “XIV Giornata del Giardino UGAI”, presso l’Aula Magna del Liceo Statale Alessandro Manzoni di Caserta, in collaborazione con il D.S. dott.ssa Adele Vairo, presentazione del video “Sua Maestà La Camelia”, realizzato dagli alunni e docenti , in occasione della 38ª Mostra della Camelia in Campania, con commenti ed esperienze di una realtà del territorio sconosciuta ai ragazzi.


“XXXVIII MOSTRA della CAMELIA in Campania” - 

Caserta 4 e 5 Marzo 2017  Palazzo Paternò di Montecupo - Via San Carlo

 

Mostra di fiori recisi di camelie provenienti dai giardini pubblici e privati della Campania.

Esposizione di piante di camelie del vivaio "Le camelie del generale" di Enrico Scianca - Velletri (Roma).

"Come un fiore", personale di Claudio Mazzitelli.


“XV MOSTRA della CAMELIA” - Sorrento

Inaugurazione presso Villa Fiorentino, Corso Italia 53, della “XV MOSTRA della CAMELIA” ospiti del Garden club Penisola Sorrentina.


" Alla Scoperta della Locride con ARCHEOCOMUNDIQUALITA' "

 

Con la dott.ssa Francesca Crea Borruto, vice prefetto, alla scoperta dei lati sconosciuti di un territorio, che merita di essere valorizzato nei suoi vari aspetti: archeologici, paesaggistici ed enogastronomici.


"La yerba mate....una passione sudamericana"

 

Mercoledì 30 novembre presso il Royal Hotel Caserta, la dott.ssa Ines Dolores Peduto, tecnico biologo Reggia di Caserta ci ha fatto conoscere “La yerba mate…una passione sudamericana”        Questa pianta, appartenente al genere ILEX, viene chiamata anche the dei Gesuiti perché furono loro con le missioni a diffonderlo. Viene consumato dagli Argentini, dai Brasiliani del sud e dagli abitanti del Paraguay e Uruguay. E’ un erba ricca di proprietà nutrizionali, che apportano effetti benefici all’organismo: ottima per la digestione, la diuresi, accelera il metabolismo, riduce l’appetito, è indicato nelle diete ipocaloriche e contrasta l’invecchiamento cellulare. La yerba mate, conosciuta anche come the argentino, viene consumata da secoli da questi popoli che associano l’assunzione della bevanda ad un vero e proprio rito, da eseguire da soli o in compagnia. Per la preparazione della bevanda tradizionale, munirsi di uno speciale contenitore, detto appunto MATE, in legno o acciaio, dove vengono messe le foglie di yerba mate e dell’acqua calda, ma non bollente. La bevanda viene assunta attraverso l’uso di una particolare cannuccia detta BOMBILLA, che possiede un filtro ad una estremità e permette, in questo modo, di aspirare solo il liquido lasciando le foglie nel contenitore. Il rito prevede che il mate venga offerto a tutti i presenti, ogni volta aggiungendo dell’acqua calda da un thermos.


"Vittoria Colonna e Porto d'Ischia"

"Mercoledi 16 Novembre si è svolto presso l'hotel Royal di Caserta un gradevole incontro durante il quale la Professoressa Mariella Pagliuca e le sue studentesse hanno presentato un loro studio sulla poetessa Vittoria Colonna, amante della natura e forte come il ginepro".


"LE QUATTRO STAGIONI A ROMA CAPUT MUNDI"

Domenica 23 ottobre. Gita a Roma in intercub con il garden penisola Sorrentina per visitare Castel Sant'Angelo , accompagnati dallo storico dell'arte ed esperti di Archeologia cristiana Mariano delle Rose. Nel pomeriggio tutti ad ammirare le composizioni del 1 concorso di Arte Floreale " Le quattro stagioni a Roma caput mundi"


"LA PERMACULTURA" AL GARDEN CLUB DI CASERTA

Mercoledì 5 ottobre presso l'hotel Royal di Caserta  il Garden club presieduto dalla Sig. ra Rosa Salemme,  si è tenuta l'apertura dell'anno sociale 2016/17 nonché una interessante ed approfondita conferenza sulla permacultura. Tale ultima forma di coltivazione è finalmente giunta in Italia. Essa si propone di progettare insediamenti duraturi il più possibile simili ad ecosistemi naturali.  Relatrice la dott. ssa Sara Rumbolo biologa della nutrizione nonché designer di permacultura urbana e consulente di stili di vita alternativi per la vita e per lo sport . Ottimo riscontro delle socie e degli ospiti tutti per questa giovane professionista!


Assemblea Nazionale UGAI e incontro soci

 

30 Settembre 1 e 2 Ottobre 2016 La Spezia.


XIIIa GIORNATA NAZIONALE DEL GIARDINO – UGAI

TRA PAESAGGI E PANORAMI: INTERPRETAZIONI

 

Il Garden Club di Caserta, considerando che l’intervento umano volto a migliorare l’aspetto paesaggistico di un luogo ne accresce la bellezza, ha organizzato una promenade a Capua e dintorni per la sua interessante architettura e per il fascino del suo territorio, la famosa CAMPANIA FELIX degli antichi Romani.

Capua attuale è la città sorta nella seconda metà del IX secolo poco lontano dall’antica Capua, oggi S.Maria C.V., dopo la sua distruzione. Posta sulla Casilina, dove una volta c’era il porto fluviale dell’antica Capua, Casilinum, è in una posizione strategica in un’ansa del fiume Volturno ed è sempre stata scelta come dimora dai vari popoli che si sono stanziati in Italia meridionale.

Per primi i  Longobardi  vi crearono una contea, poi principato, che sopravvisse per lungo tempo al regno del nord. Conquistata la città, la cinsero con spesse mura e costruirono un palazzo reale con tre chiese intorno, quasi a difesa, che costituivano quella che noi oggi chiamiamo “Corte dei Longobardi”.

Accolti dalla signora Francesca Pasca di Magliano e guidati dalla “Principessa Adelgrima”, abbiamo visitato

le tre chiese ad curtem di S.  Salvatore, S. Giovanni e S. Michele e fuori la corte la chiesetta dei Santi Rufo e Carponio anch’essa molto antica.

Seconda tappa il laboratorio creativo  dell’artista Roberto Branco sul tema delle MADRI, dove abbiamo sorseggiato un tè alla rosa  in ricordo della importante coltivazione della rosa diffusa in quest’area durante l’Impero romano.

Le MADRI sono le famose Matres Matutae trovate in zona durante uno scavo archeologico nella seconda metà del XIX secolo . Sono delle statue in tufo rappresentanti donne sedute su una specie di trono avvolte da una veste con dei neonati i grembo, importante testimonianza di un culto indigeno preromano dedicato alla fertilità, risalente alle popolazioni osche che abitavano questo territorio; si pensa che siano spontanee offerte votive dei fedeli per ottenere buona salute e figli e sono in mostra in gran numero nel Museo Campano.

Finita la visita in città abbiamo completato la nostra giornata alla Masseria Giò Sole con pranzo degustazione con prodotti di stagione e dell’orto. In questa grande e  splendida tenuta immersa nel verde sulla riva del Volturno abbiamo ammirato la rigogliosa e curatissima vegetazione,  inebriati da profumi vari di alberi in piena fioritura,  passeggiando tra aranci, limoni e altre piante da frutta, da cui vengono ricavati marmellate e succhi deliziosi.


"L’odore dei fiori. Il mondo femminile nella pittura dell’Ottocento e del primo Novecento."

Relatore: profssa Anna Grimaldi – Seconda Università degli Studi di Napoli 

 

Con questo titolo seducente, la prof.ssa Anna Grimaldi, docente a contratto di Storia dell’Arte Moderna presso la Seconda Università degli Studi di Napoli, ha affrontato con un taglio di indagine scientifico il tema del mondo femminile nella pittura tra Ottocento e primo Novecento.

 In modo del tutto originale e con approfondimento scientifico,  la studiosa ha messo in luce il nesso esistente in pittura, a cavallo tra i due secoli, tra la rappresentazione della donna con quella dei  fiori.  

Paesaggi, giardini, e naturalmente i fiori sono nella storia dell’arte soggetti principali di molte opere. Ma alla fine dell’Ottocento e soprattutto all’inizio del nuovo secolo, con l’avvento in Italia del liberty, la rappresentazione floreale nell’arte italiana ed europea si tinge di una luce e un colore diversi, spesso accompagnata da un’immagine di donna raffinata, radiosa, leggiadra ma anche colta ed emancipata. Attraverso una selezione ragionata e puntuale di opere di celebri artisti dal calibro di Giuseppe De Nittis e Giovanni Boldini, e di altri invece poco conosciuti e misconosciuti, Anna Grimaldi ha saputo cogliere nella rappresentazione artistica dei fiori,  con i loro colori, con la delicatezza e con la bellezza, il nesso con la rappresentazione simbolica dell’animo femminile, servendosi di opportuni e frequenti richiami alla letteratura italiana ed europea degli inizi del Novecento. «L’Anima dei fiori, romanzo di Matilde Serao pubblicato a Napoli nel 1903, è  una sorta di viaggio introspettivo nell’interiorità femminile – ha sottolineato Anna Grimaldi – e l’immagine di donna che ne deriva dalla lettura di questo scritto è quella di un fiore di luce, immerso in una stagione, la primavera, in cui la luce stessa diventa colore condensato nella materia pittorica».   

L’intervento, che ha affascinato le numerose socie del Garden Club di Caserta, si è concluso con un omaggio alla pittura napoletana degli anni ’30 del Novecento; in particolare sono state presentate e commentate una serie di opere di un altro artista, quasi sconosciuto al largo pubblico,  Vincenzo Irolli, il quale dedica gran parte della sua produzione al realismo domestico, ringentilito dalla presenza costante di donne e fiori.


31 Gennaio 2016 MESSA

Addobbo floreale della Chiesa di Santa Maria delle Grazie in Vaccheria (CE) per la celebrazione eucaristica in onore della Beata Maria Cristina di Savoia, officiata da S.A.R. Il M.R. Principe Don Alessandro di Borbone delle Due Sicilie.


"Paesaggi, tra Identità e Creatività"

Mercoledì 20 gennaio 2016 alle ore 17,00 nella sala Vanvitelli dell'Hotel Royal di Caserta,

l'Arch. Giancarlo Pignataro, Presidente   Italia Nostra sez. Antonella Franzese di Caserta, ha tenuto una conversazione dal titolo "Paesaggi, tra Identità e Creatività", consentendo così al Garden di Caserta di fare da apripista allo svolgimento del  tema nazionale che riguarda appunto i Paesaggi e la loro tutela in conformità all'art. 9 della Costituzione Italiana.

 

 


FESTA DEGLI AUGURI Natale 2015 

Cena, presso il Ristorante “Le Colonne” di Loreto e Lady Chef Rosanna Marziale. La prof,ssa Giuliana Andreozzi dell’ Università Federico II di Napoli, con la sua solita verve, ha allietato la serata con una conversazione in tema : “Il nostro Pranzo di Natale”.


"Laboratorio di composizioni floreali"

Istituto Tecnico Statale "Buonarroti" CE

 

Grande successo al Buonarroti di Caserta per il laboratorio di composizione floreale gestito dal Garden Club Caserta.

Dopo una bellissima e dettagliatissima presentazione da parte della presidente Sig.ra Rosa Salemme Valentino della storia della composizione floreale dagli antichi egizi ai giorni nostri, i ragazzi ed i docenti presenti hanno appreso dalle bravissime componenti del GARDEN club semplici nozioni di giardinaggio e criteri base di composizione floreale, per abbellire la nostra tavola estiva o delle feste.
Hanno imparato con il metodo del learning by doing come realizzare centrotavola, mazzi di fiori, candelabri e segnaposto o una corona di abete da appendere alla porta per il nostro Natale, mediante fiori freschi unendo anche rami, erbe e fiori del nostro giardino.


"Assemblea Ordinaria dei Soci"

3 Giugno 2015 Pontelatone

Casa di Campagna di Luigi e Lia


Visita ai "Giardini del Papa"

20 Maggio 2015 Castel Gandolfo

 

 


Passeggiata alla "Tenuta San Domenico"

6 Maggio 2015 S. Angelo in Formis (CE)

 

 

 

 


XIIª Giornata del giardino UGAI

"Verdi rimembranze" della Ia Guerra Mondiale

 

 

Sabato 11 aprile 2015 la Presidente del Garden Club di Caserta, Sig.ra Rosa Salemme Valentino  ha riunito i soci nel giardino della segretaria prof.ssa M. Pagliuca sito in Alvignano per trattare il tema nazionale  “Verdi rimembranze “ della Ia Guerra mondiale nell’ambito della  XIIa Giornata del Giardino.

L’Avv. Alberto Zaza D’Aulisio, presidente della Società di Storia Patria di Terra di Lavoro, ha intrattenuto i  soci e gli amici delineando la figura di alcuni feriti ( come Tommaso Pagliuca,  prozio della proprietaria ) e caduti della provincia di Caserta che hanno combattuto nella Ia guerra mondiale.

Terminata la conferenza, nel suddetto giardino è stata messa a dimora una pianta di corbezzolo ed una targa commemorativa dell’evento sulle note struggenti del Silenzio fuori ordinanza eseguite da un provetto trombettiere.

Nel pomeriggio i soci si sono recati nel giardino della Casa in Campagna di San Bartolomeo dove si è svolta la IVa edizione della manifestazione de “ I Giardini del Volturno “. Qui, il Prof. Giovanni Aliotta, docente di botanica presso l’Università Federico II° di Napoli, ha trattato il seguente tema : Piante aromatiche e commestibili.

Le manifestazioni  hanno riscosso consenso da parte dei soci che hanno trascorso una gradevole giornata grazie anche alla temperatura mite.

XIIª Giornata del Giardino UGAI - Le Foto -

 


XXXVI Mostra della Camelia

in Campania

 

Si è svolta a Caserta, presso Villa Vitrone-Polo Culturale della Provincia di Caserta, dal 7 al 9 marzo la "XXXVI MOSTRA DELLA CAMELIA IN CAMPANIA", organizzata dal Garden Club Caserta, presieduto da Rosa Salemme.

L’evento – realizzato in collaborazione con l’UGAI Unione Garden Club e Attività Similari d’Italia, la Società Italiana della Camelia, l’International Camellia Society, la Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della Città di Napoli e della Reggia di Caserta, e la Sezione Campania dell’A.S.D.I. Associazione Dimore Storiche Italiane.

La manifestazione, patrocinata dalla Provincia di Caserta, dalla Regione Campania e dalla Città di Caserta (e, ancora, dalla Società di Storia Patria di Terra di Lavoro, dal Club Caserta per l’UNESCO, dal FAI Fondo Ambiente Italiano-Caserta e dall’Associazione GIA.D.A. Giardini e Dimore dell’Armonia) si è inaugurata sabato 7 marzo, con una cerimonia speciale in cui il Garden Club Caserta ha donato alla Provincia di Caserta un esemplare di camelia per arricchire il giardino di Villa Vitrone.

XXXVI Mostra della Camelia in Campania, Caserta 7-9 Marzo 2015

I classificata Camelia Vergine di Collebeato del giardino Grauso Tartaglione di Marcianise II classificata Camelia japonica cv. "Alba Plena" del giardino Farina di Caserta Ingresso di Villa Vitrone Aldo Cobianchi e la Dr.ssa Pizzuto Tavolo didattico Il presidente della Provincia Dr.Zinzi, la Sig.ra Salemme e la Dr.ssa Pizzuto Il sindaco Pio Del Gaudio - La Presidente Rosa Salemme e la Pr.ssa  Castaldo Il pittore Lavinio Shevral con L'assessore Gabriella D'Ambrosio Un gradito ospite, Barbara De Rossi Il vestito della Traviata La Prof.ssa Rosa Castaldo Esposizione Gioielli a tema floreale  a Cura della ditta "Generoso 70" Camelia offerta dall'UGAI e messa a dimora a Villa Vitrone

 


"Mostra della Camelia"

Sorrento Febbraio 2015

 

Mostra della Camelia a Sorrento Febbraio 2015

 


"Fiera della Castagna" 

Sommana di Caserta 24 Ottobre 2014

 

"Sagra della castagna" Ospiti nella casa di famiglia degli amici Accinni-De Simone.

“Sagra della Castagna”

 


Assemblea

del Garden club di Caserta

 In data 3 giugno 2014 si è  svolta ad Alvignano l'assemblea conclusiva dell' anno sociale 2013-2014, nel giardino dello chalet della segretaria del Garden Mariella Pagliuca.

Dopo la relazione della Presidente e della tesoriera, l' Architetto Nicola Tartaglione ha presentato il suo libro "Dimore dell' Armonia"

L' incontro poi si è protratto in un clima di grande cordialità ed allegria tra i viali del giardino, all'interno dell' abitazione in stile neo-pompeiano e nella  dependance dove l'emergente pizzaiolo Pasqualino Rossi di Elite di Alvignano ha preparato per gli ospiti delle ottime pizze e stuzzicherie varie.

Assemblea Soci

 


"Seplasia"

La Piazza delle Rose e dei Profumi

Salone degli Specchi, S. Maria C.V. 11 Aprile 2014

Seplasia

 


 

Rosa, Rosae...Rosae

 

 

 

Rosa Garden Club

 

Il 14 Maggio, si è svolta come da programma, la visita al "Poggio delle Rose", vivaio di rose antiche e storiche dei fratelli Palmese a Domicella (AV).

La giornata è scorsa in un'immersione totale nel mondo delle rose : dagli splendidi giardini, alle rose candite, al liquore di rose ed ancora, frittate e rustici, tutti nel nome della rosa.

Visita Al "Poggio delle Rose" 14 Maggio 2014 Domicella (AV)

 


 

"CAMELIE CHE PASSIONE"

 

Visita all'azienda florovivaistica "Le Camelie del Generale"

 

Velletri, visita all'azienda "Le Camelie del Generale", dove accolti dal propretiario dott. Enrico Scianca abbiamo assistito ad una lezione sulla coltivazione e potatura della Camelia, fiore simbolo del nostro Garden.

Velletri, Camelie che passione

 


 

Beatificazione di Maria Cristina di Savoia

 

Basilica di Santa Chiara in Napoli

25 Gennaio 2014

 

S.A.R. la Principessa Camilla ha voluto offrire in onore della nuova Beata l’addobbo floreale nella Basilica: centinaia di rose bianche, gigli, lisianthus, garofani, margherite e violacciocche che sono stati artisticamente disposti sul Presbiterio e intorno alla Tomba della Beata dalle mani esperte delle signore del Garden Club di Caserta.

 

Leggi l'articolo dal sito Ufficiale della manifestazione.

Beatificazione di Maria Cristina di Savoia


Riceviamo e pubblichiamo la lettera di ringraziamento di S.A.R. la Principessa Camilla

 

      Clicca sull'icona per aprire il PDF

 


 

 

X Giornata del Giardino UGAI a Caserta.

Caserta, Giardino di Piazza della Prefettura Caserta, Giardino di Casa Tartaglione Staturano di Caserta, Villa Cocozza di Montanara Recale (CE), Villa Guevara di Bovino Caserta, Giardino Inglese della Reggia – Il Canale

 


Bicentenario della nascita di Maria Cristina di Savoia

 

Cappella Palatina della Reggia di Caserta

10 Novembre 2012

 

Addobbo floreale a cura del Garden Club di Caserta

Foto e Locandina dell'evento

Cappella Palatina Addobbo floreale a cura del Garden Club di Caserta Locandina Evento (front) Locandina evento (in1) Locandina evento (in 2) Locandina evento (post)

 

Teano, visita a Villa Massimo ed allo splendido "Giardino del Notaro"

del dott. Romano Naschi

Le foto dello splendido giardino


 

Lavori per Natale


Lavori Vari

 

Realizzazione dello stemma dei Borbone e del Comune di Caserta.

Quanta Fatica

Pazienza Certosina E l'ultimo chiude la porta !! Della Reggia.

Riproduzioni di tele di Seta della tradizione di S. Leucio

Le sete e i fiori